Psicologia di coppia, di gruppo e disturbi individuali

I NOSTRI SPECIALISTI:
Dott.ssa Valentina BACCHIN
Dott.ssa Alessia PACE

La psicologia Individuale prende in esame l’individuo nella sua dinamica di processi consci e inconsci e lo considera come una unità mente/corpo indivisibile, originale e coerente nelle sue manifestazioni. La Psicologia di coppia invece considera tutto ciò che riguarda le due persone in terapia tenendo in considerazione che esse uniscono due teste, due cuori e due storie familiari. Si tratta di due mondi che hanno bisogno di incastrarsi per poter ruotare in sintonia e che a volte può risultare così difficile da apparire impossibile: la nascita di un figlio, un lutto o una grave malattia di un familiare, gravi problematiche lavorative o economiche sono solo alcuni dei fattori che possono mettere in crisi una coppia anche “ben collaudata”. Infine la Psicologia di gruppo ha come punto di forza la possibilità di condividere esperienze individuali trovando uno spazio di ascolto, un aiuto da parte del gruppo e la possibilità di essere orientati dal terapeuta che offre supporto e consulenza. Tutto ciò mette in moto un processo di cambiamento e riconoscimento attraverso il confronto con altre storie simili alla propria. Si può così superare il senso solitudine e l’incertezza che spesso influisce nella qualità della vita, migliorando sia lo stato mentale che quello psicologico facilitando così i cambiamenti nella propria vita quotidiana.

 
 
 
 
 

Psicologia sistemico-relazionale

I NOSTRI SPECIALISTI:
Dott.ssa Elena SALVINI

La psicologia sistemico-relazionale spiega il comportamento dell’individuo focalizzando l’attenzione sull’ambiente in cui esso è vissuto, sul sistema, sulla rete di relazioni significative di cui egli è parte e in tal senso considera la famiglia come sistema transazionale soggetto a cambiamenti. Secondo l’approccio sistemico gli eventi problematici di un singolo individuo influenzano l’intera famiglia come unità funzionale, con effetti che si estendono a tutti i membri e alle loro relazioni. Il sintomo non viene più considerato come l’espressione di problematiche individuali ma indica una disfunzione dell’intero sistema familiare; la diagnosi fa riferimento alla clinica ed al funzionamento del singolo e del suo gruppo di appartenenza all’interno dello specifico contesto. L’intervento terapeutico si basa sull’osservazione delle modalità di relazione tra il paziente e la sua famiglia e mira a modificare i modelli disfunzionali presenti nel contesto entro il quale il disagio del paziente è emerso, stimolando le risorse familiari e rafforzando sia il funzionamento individuale che quello familiare.

TIPOLOGIA DI VISITA

Primo Colloquio

Colloqui seguenti

Valutazione Neuropsicologica

Training Funzioni Esecutive

Riabilitazione Spettro Autistico